Profilo/

La vita, la famiglia, la pittura.

Biografia

Aldo Lotti, nato in Italia nel 1936, e vissuto dal 1960 fino alla sua morte nel 2000 a Wädenswil in Svizzera.
Sposato nel 1962 con Ines Spadoni, ebbe 3 figli.
Dal 1951 al 1960 allievo della scuola di pittura “Marzotto”. Ha partecipato a innumerevoli mostre ed ex tempore in Italia, Svizzera, Francia e Germania, ottenendo diversi diplomi per segnalazione ed un primo premio. Alle esposizioni collettive di Bari, Triveneta Biennale di Padova, Rovigo, Vicenza e alla San Fedele di Milano, ha conseguito due primi premi, tre secondi e un terzo.

Fotografie

Aldo Lotti

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor...

Aldo e Ines

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor...

Aldo Lotti

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor...

Aldo Lotti

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor...

Testimonianze

"...la pittura di Aldo Lotti è di estrazione veneta ma tendente ad un astrattismo ispirativo, si risolve in calde intonazioni di colore filtrato in superficie a rendere una sottile atmosfera di fiaba..."
“Eco d’Arte” 1973, Critico d’Arte Salvatore Bencivenga

"...dei suoi quadri, paesaggi di pura semplicità creativa, ritrovo il colore incantato delle fredde acque di Zurigo. Con la stessa spontaneità e semplicità dà risalto alle idee ed agli oggetti, senza meditazioni intellettualistiche, ed è cosi che ci perviene in tutta la sua onestà..."
“Il Campanile” 1974, Vito Disconzi

"...nessuno mi ha mai spiegato con tanta esattezza e semplicità Dio come lo ha fatto Aldo Lotti. Mi ha detto "Dio è un colore, non lo si può definire o catalogare, come non si puo dire che rosso è rosso, perche ne esistono innumerevoli variazioni e tonalità"...”
Don Franco, Wädenswil